Con riferimento alla procedura informatizzata volta all’attribuzione dei posti liberi per l’A.S. 2021/22 da GPS, e per rispondere ai quesiti posti da alcuni docenti interessati agli incarichi circa l’organizzazione delle attività didattiche presso il CPIA 1 Asti, si comunica quanto segue:

– tutte le cattedre residue e disponibili presso il CPIA sono articolate su due o più comuni diversi, in considerazione del fatto che, oltre che nelle sedi istituzionali (Asti, Canelli, Nizza Monferrato e Carcere di Quarto d’Asti), l’Istituto è presente su gran parte del territorio provinciale con punti di erogazione del servizio minori (per fare alcuni esempi, nei comuni di Villafranca, Dusino San Michele, Villanova, Moncalvo, Castagnole delle Lanze ed altri ancora); l’organizzazione delle cattedre è pertanto improntata alla flessibilità negli spostamenti, con possibili variazioni di destinazione anche in corso d’anno dovuti all’apertura di nuovi punti di erogazione del servizio;
– il normale orario delle lezioni si articola nei turni antimeridiano, pomeridiano e serale (fino alle ore 23), di regola con maggiore concentrazione nella fascia preserale e serale;
– per quanto riguarda la cattedra di Tecnologia di Nizza Monferrato (A060) si specifica che la stessa serve l’intero Istituto, pertanto si articola su tutte le sedi provinciali ove sono attivi corsi di I livello, essendo la materia impartita per 1 ora settimanale per classe.

Si precisa inoltre che qualora il docente esprima il codice sintetico di un COMUNE o di un DISTRETTO ove siano presenti sedi istituzionali del CPIA (il cui codice inizia con la sigla ATCT…) e nel contempo venga selezionata l’opzione “ADULTI” tra le tipologie di posto richiesto, il sistema assegnerà il docente ad una sede del CPIA prioritariamente rispetto alle altre scuole, dal momento che i codici meccanografici sopra indicati precedono, secondo l’ordine alfanumerico, quelli degli altri istituti. Pertanto l’indicazione di un codice sintetico di COMUNE o DISTRETTO unito all’attivazione della spunta “ADULTI” di fatto comporta una richiesta di precedenza di assegnazione all’istruzione degli adulti.