L’Agenzia Nazionale Erasmus+ Indire ha aderito all’iniziativa della Commissione Europea di istituire una rete di figure di riferimento positive che possano, attraverso il racconto delle loro storie, ispirare chi vive in contesti difficili attivando processi di fiducia nella possibilità di trarre effetti positivi da situazioni negative. L’iniziativa rientra nelle misure attuate dalla Commissione per sostenere gli Stati membri nella lotta alla radicalizzazione e la discriminazione sociale attraverso una combinazione di interventi che coinvolgano le autorità competenti, la società e la collettività sia a livello nazionale, che europeo.

Entro il 30 dicembre 2017 potevano presentare la propria candidatura al ruolo tutti coloro che desideravano contribuire alla lotta all’esclusione sociale attraverso il racconto della loro esperienza personale, in cui istruzione e formazione avevano avuto un ruolo fondamentale nella storia raccontata.

Le persone selezionate, residenti in Italia, hanno spiccate capacità comunicative e sono disponibili a partecipare a incontri e conferenze per raccontare la propria storia, nell’ottica del “role model”, essere d’esempio a ispirare comportamenti in altri.

Uno dei venticinque candidati selezionati è Bassel Arkadan, ex allievo del CPIA di Asti, il quale riceverà un premio e la possibilità di partecipare ad un evento europeo conclusivo. Ad accompagnarlo alla cerimonia di premiazione la Prof.ssa Piera Medico, il Prof. Mario Malandrone e alcuni ex compagni di classe.

Al seguente link la presentazione dell’iniziativa e il programma della cerimonia:

“Storie di resilienza” – Firenze 21 marzo 2018

Bassel Arkadan